1/1

Le déjeuner sur l'herbe - Junk food

Nello spazio di un turno di lavoro chi si occupa di liberare i giardini pubblici dall'immondizia ha la possibilità di immaginare il contesto urbano come una sorta di enorme pic-nic diffuso sul territorio: rifiuti che spaziano tra le più disparate tipologie di prodotti alimentari e che suggeriscono un ipotetico pasto collettivo fatto appunto di cibo-spazzatura. I parchi - semideserti al mattino presto - restituiscono così gli avanzi, gli scarti di colazioni, desinari, merende e cene, a volte appena consumati, lasciando solo intuire i volti, i gesti e le parole di chi li ha abbandonati nel totale disinteresse per l'ambiente pubblico.

L'inaspettato ritrovamento di un volano tra i vari reperti-rifiuto ha suggerito un'ulteriore ideale connessione con il titolo e quindi col periodo durante il quale Manet dipinse il suo capolavoro, in un parco molto più pulito di questi.

© Andrea Foligni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now